Otranto 800, sempre di corsa

L’associazione podistica Otranto 800 non si ferma mai e anche quando le pagine di questo sito hanno taciuto le loro imprese loro non hanno smesso di stupire. Non possiamo però non dedicare alcune righe alle loro ultime imprese che si sono consumate ultimamente tra le strade del Salento.

Iniziamo con la Maratona del Barocco disputata il 13 novembre scorso e che ha visto il centro storico di Lecce come cornice perfetta per le imprese dei nostri concittadini. Ricca infatti è stata la rappresentanza della Otranto 800 che si è classificata 3° come società. Dominatori della gara ben tre tunisini che si sono aggiudicati i primi tre posti del podio, praticamente irraggiungibili e più veloci delle gazzelle inseguite dai leoni.

Il 13 novembre invece si è invece concluso con la gara di Calimera il Circuito del Salento iniziato nella scorsa primavera e che ha visto la Otranto 800 aggiudicarsi il cucchiaio di legno (4°) come società classificata.

Domenica 20 novembre invece, non più di una settimana fa quindi, a Collepasso si è disputata la Mezza Maratona Nazionale con ben 21 km percorsi. Emanuele Cianci, di Minervino di Lecce ma iscritto nelle file della Otranto 800, si è classificato addirittura  17°  mentre il primo otrantino al traguardo è stato Pierluigi Giannoccolo che ha disintegrato il suo record personale. Buona prestazione anche per la punta di diamante  Franco Previtero, che nonostante un’imprevisto problema fisico accorso durante la gara è riuscito comunque a portare a termine la corsa con un onorevole risultato.

Ma non è sempre tutto oro quello che luccica. Alcune segnalazioni anonime giunte nella nostra redazione tendono a creare un barlume di mistero tra i metodi di allenamento degli atleti della Otranto 800. Da fonti ancora da verificare sembra infatti che alla fine di ogni corsa molti atleti usino una mezza birra per integrare i sali persi e un bicchierino di limoncello rigorosamente fatto in casa (a volte anche bissato) al termine di ogni cena. Se tutto ciò fosse veramente confermato non si esclude la possibilità che altri insospettabili concittadini corrano ad iscriversi nelle fila della società. Vi terremo aggiornati.